Imprenditrice fatata, è conosciuta anche come “Fatamagica” un pò perchè nata ai piedi dell’Appenino Tosco Emiliano poi perchè, per missione personale cerca di realizzare il suo intento di aiutare gli altri ad essere felice, con cui si dedica in toto attraverso la sua attività di coach life e business.

Adora il mondo delle Erbe Magiche, è anche naturopata psicosomatista e counselor olistica, cinefila ha una passione per i film francesi, le autobiografie, Guerre Stellari, la poesia di Mariangela Gualtieri, gli scrittori americani della new generation, la musica di Miles Davis e il pensiero del Cuore del grande Maestro Yogananda e pratica uno yoga un pò bizzarro che ha inventato il Rockabilly Yoga®.  Quando riesce e scrive il suo romanzo a quattro mani che per ora sono rimaste due perchè le prime mani hanno pensato bene di finire nella tasca e non intrecciarsi sulla carta insieme alle sue.

Da otto anni segue il Sentiero della meditazione e cerca di coniugare il suo lato pop, da party girl con quello più interiore.

Se non ha idee se le inventa, dicono di lei:entusiasta, un vulcano, generosa e un pò vintage, sensibile (troppo)

Quando è triste crea nuovi format mangiando gelato vegan e nocciole del piemonte, pensando ai tempi in cui da regista teatrale inventava regie, perchè dice la creatività non conosce barriere e contaminare è la parola d’ordine

Gli incontri che l’hanno portata sul Sentiero sono stati quelli con Piccoli e Grandi Maestri come: Jesus il ragazzo del carcere minorile durante il suo tirocinio di teatro, Cristobal e Alejandro Jodorosky, il nonno dagli occhi grandi e l’artsista senza nome, Gregg Braden, Bruce Lipton e Alexander Loyd,  Paolo e le sue mani amiche, Vincent Bridges e Dan Winter e i mondi dell’Alchimia, il monaco Lama Ghese Thupteen Tenzin, i miei “allievi” e maestri, lo Sciamano Andino, B. l’amore insieme a S. più grande della sua vita, M. e la sua marea trascinante avvolgente, buffa un pò Mina e Celentano, come sono loro del resto insieme un Pianeta strano ma bello e infine la riscoperta della Fede, dopo essersi sbucciata più di un ginocchio in un 2017 un pò crudele e tanto Grande

Il suo sogno: realizzare un Festival mondiale un grande Pianeta Verde interconnesso che unisca i Saperi per dare vita ad un’Umanità consapevole, informata, solidale, il primo passo noi lo stiamo facendo

Voi volete seguirci…? 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *